Mi odiasti perché ti amavo

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

ANTOLOGIA VOL. 8

Mi odiasti perché ti amavo

Iannozzi Giuseppe

Il grande peccatoreUccelletto del Paradiso

Mi piaci te perché acqua e sapone,
e fragole e ciliegie a colazione

Si sveglia il Sole con te,
e il tuo faccino illuminando
a notte fonda si fa bella la Luna,
mentre già sogno di te
un po’ nuda e un po’ no

E’ che mi piaci proprio te
anche quando scalci e rompi l’anima,
tanto lo so che poi preghi per me
perché dei Folli non diventi il Re

Hai visto il meglio e il peggio di me,
ma hai saputo distinguere la verità
Come uccelletto del Paradiso il nido hai fatto
nel mio petto dove più forte batte il cuore

Bastardo un po’, è vero così
Sospetto però che un po’ piace pure a te
veder che perdo le staffe per una o due cose,
tornando infine a capo chino da te
a cercar…

View original post 942 altre parole

2 thoughts on “Mi odiasti perché ti amavo

La parola è una specie di laminatoio che affina i sentimenti.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...